logo_demeter_grigio_50px
logo ibwt_30px

E a proposito di lampadine…

Letto sulla pagina delle Lettere e opinioni nel free-press Metro del 13 settembre 2012: «Non si vendono più vecchie lampadine in Italia. D’ora in avanti solo quelle nuove e moderne a risparmio energetico. Bella e utile novità. Solo che dieci anni fa mi trovavo all’Avana, dove il governo fece cambiare, completamente gratis, oltre 11 milioni di vecchie lampadine con quelle nuove di marca cinese. Nelle case dell’isola di Cuba passavano brigate di giovani che staccavano le vecchie lampadine, le distruggevano, e le sostituivano con le nuove.

L’Europa ha sostituito le lampadine vecchie con quelle a risparmio. Ma restano incognite e costi alti.

Operazione totalmente gratuita, dieci anni fa», ribadisce il lettore Aldo P. che precisa: «Sembra una notizia di secondo piano, ma cela una semplice domanda: in questo caso (e magari anche in altri) dove stanno il Primo e il Terzo mondo?». Ai posteri l’ardua sentenza, caro lettore di Metro! E una considerazione ulteriore: perché la Comunità Europea ha avviato dal gennaio 2009 una procedura di tale portata, ben prima che fossero pronte le lampadine alternative provviste di tutti i requisiti necessari? Come si sa quelle a fluorescenza compatta contengono mercurio (da smaltire in sicurezza) e vanno usate di preferenza, per durare il giusto, in locali senza spegnimenti frequenti. I prezzi, inoltre, sono molto superiori a quelli dei bulbi tradizionali. E i LED hanno ancora bisogno di messa a punto per un uso massiccio e diffuso. Per non parlare dei costosi adeguamenti che le aziende produttrici di lampade devono mettere in atto per accogliere le nuove fonti illuminanti.

E a proposito di lampadine…

Una vita biodinamica
a cura di Giuliana Zoppis

E a proposito di lampadine…

Novità, eventi, prodotti e servizi per uno stile di vita innovativo e consapevole:
tutto ciò che può dare una svolta “ECO” alle azioni di ogni giorno con responsabilità, curiosità, fantasia, volontà di cambiare in meglio noi e il mondo in cui viviamo.

È lo spazio dedicato al biodinamico, condotto su La Raia.it da Giuliana Zoppis, architetto e giornalista specializzata nei temi ecodesign, bioedilizia e sostenibilità socio-ambientale.
Dopo numerose esperienze editoriali (Rizzoli / Corriere della Sera, Giorgio Mondadori / AD-Architectural Digest Italia e Mondadori) e televisive (Rai 2, Il Piacere di Abitare), collabora con i settimanali D-Dcasa e Il Venerdì de La Repubblica e il magazine Mark Up. È nella Commissione Sostenibilità di ADI (Associazione Disegno Industriale). Nell’autunno 2006 ha fondato con Clara Mantica il primo circuito per la promozione dell’abitare sostenibile Best Up.