logo_demeter_grigio_50px
logo-ibwt_30px

La sfida di Rhome

Un’italiana selezionata per Solar Decathlon 2014, l’Olimpiade internazionale dell’architettura amica dell’ambiente (Usa). Chiara Tonelli, romana, architetto e docente a UniRoma 3, porterà il prossimo giugno a Versailles l’edificio eco-compatibile Rhome: conveniente, efficiente dal punto di vista energetico e perfettamente inserito nel suo territorio, lo stesso dell’ateneo dove Tonelli insegna.

Rhome sta per “a home for Rome” e si lega nel titolo a “for denCity”. Il progetto si propone di ripensare le periferie urbane in chiave sostenibile: materiali biodegradabili e riciclabili (legno, sabbia e alluminio) ad alta capacità termo-isolante, con criteri passivi, pannelli fotovoltaici e un parapetto che produce acqua calda e resta fresco durante la stagione estiva.

Antisismico, l’edificio è creato per produrre più di quanto consuma e per fornire energia al quartiere. Le prestazioni sono ben otto volte quelle di una normale abitazione in classe energetica C. «Abbiamo voluto coniugare efficienza energetica e social housing rispettando il territorio –spiega l’architetto- Nel nuovo quartiere nato sulle demolizioni del precedente, il nostro edificio reimpiega l’acqua sanitaria e sono studiati percorsi pedonali e ciclabili». Rhome prevede una replica in un sito più centrale della capitale, di proprietà delle Ferrovie dello Stato, a Trastevere. «Il concetto chiave è di ri-densificare il tessuto urbano, il che non significa aumentare il numero di metri cubi per ettaro (occupando nuovo suolo pubblico), ma di incrementare il numero di abitazioni sulla stessa area, offrendo appartamenti di piccole dimensioni per soddisfare le esigenze di giovani coppie e residenti temporanei» (www.rhomefordencity.it).

La sfida di Rhome

Una vita biodinamica
a cura di Giuliana Zoppis

La sfida di Rhome

Novità, eventi, prodotti e servizi per uno stile di vita innovativo e consapevole:
tutto ciò che può dare una svolta “ECO” alle azioni di ogni giorno con responsabilità, curiosità, fantasia, volontà di cambiare in meglio noi e il mondo in cui viviamo.

È lo spazio dedicato al biodinamico, condotto su La Raia.it da Giuliana Zoppis, architetto e giornalista specializzata nei temi ecodesign, bioedilizia e sostenibilità socio-ambientale.
Dopo numerose esperienze editoriali (Rizzoli / Corriere della Sera, Giorgio Mondadori / AD-Architectural Digest Italia e Mondadori) e televisive (Rai 2, Il Piacere di Abitare), collabora con i settimanali D-Dcasa e Il Venerdì de La Repubblica e il magazine Mark Up. È nella Commissione Sostenibilità di ADI (Associazione Disegno Industriale). Nell’autunno 2006 ha fondato con Clara Mantica il primo circuito per la promozione dell’abitare sostenibile Best Up.