logo_demeter_grigio_50px
logo-ibwt_30px

Pneumatici vecchi? Al riciclo

Ogni giorno oltre 620mila kg di PFU – la sigla che indica gli pneumatici fuori uso – sono raccolti e avviati al riciclo. Questi i risultati del primo anno di attività da
Ecopneus, società che gestisce le operazioni di raccolta, trattamento e recupero di una quota di gomme a fine vita.

Il consorzio che dal 2011 gestisce il recupero delle gomme parla di risultati molto incoraggianti.

Il volume è pari in peso a quanti pneumatici hanno immesso nel mercato del ricambio le aziende socie, che rappresentano circa l’80 per cento del settore italiano. Dal 7 settembre 2011, giorno di entrata in vigore del decreto 82/2011, al 7 settembre 2012 Ecopneus ha gestito circa 98mila richieste di prelievo, pervenute dagli oltre 27mila punti di generazione di vecchi pneumatici (gommisti, officine e stazioni di servizio). Il consorzio ha raccolto in totale 227mila tonnellate grazie a 92 aziende attive sul territorio; sono 48 le imprese che si occupano della frantumazione e valorizzazione degli pneumatici. Dall’inizio del 2012, il consorzio ha stabilito una riduzione media di oltre il 3 per cento degli importi del contributo ambientale associato all’acquisto di ogni nuovo pneumatico, a vantaggio dei consumatori finali.

Pneumatici vecchi? Al riciclo

Una vita biodinamica
a cura di Giuliana Zoppis

Pneumatici vecchi? Al riciclo

Novità, eventi, prodotti e servizi per uno stile di vita innovativo e consapevole:
tutto ciò che può dare una svolta “ECO” alle azioni di ogni giorno con responsabilità, curiosità, fantasia, volontà di cambiare in meglio noi e il mondo in cui viviamo.

È lo spazio dedicato al biodinamico, condotto su La Raia.it da Giuliana Zoppis, architetto e giornalista specializzata nei temi ecodesign, bioedilizia e sostenibilità socio-ambientale.
Dopo numerose esperienze editoriali (Rizzoli / Corriere della Sera, Giorgio Mondadori / AD-Architectural Digest Italia e Mondadori) e televisive (Rai 2, Il Piacere di Abitare), collabora con i settimanali D-Dcasa e Il Venerdì de La Repubblica e il magazine Mark Up. È nella Commissione Sostenibilità di ADI (Associazione Disegno Industriale). Nell’autunno 2006 ha fondato con Clara Mantica il primo circuito per la promozione dell’abitare sostenibile Best Up.