logo_demeter_grigio_50px
logo-ibwt_30px

Seminare valori per andare lontano

Come può un’impresa creare lavoro e bellezza? Occuparsi di persone, ambiente, territorio e, insieme, produrre profitti? Come può un’azienda italiana del presente darsi una dimensione internazionale e restare radicata alla terra e alle tradizioni di origine?

Prova a dare una serie di risposte il libro intervista a Enrico Loccioni a cura di Maria Ludovica e Riccardo Vivarelli, da venticinque anni al fianco di questo imprenditore molto fuori dagli schemi, uno che ha costruito la sua impresa e partecipato alla rinascita del territorio che la ospita: 2km di futuro. Suoi modelli: Enrico Mattei, Camillo e Adriano Olivetti, Aristide Merloni. Collaboratrice inarrestabile nel campo amministrativo e finanziario: la moglie Graziella Rebichini. Presentato nella sede di Sole 24ore a Milano (aprile 2014, edizioni Gruppo 24ore), il volume percorre l’avventura umana e imprenditoriale di quest’uomo semplice e visionario, una figura insolita ma non rara nell’Italia “che ce la fa”. Enrico Loccioni fonda nel 1968 sui colli marchigiani, a Jesi, il Gruppo omonimo che procede in continua espansione, anche in tempi di crisi. La mission è di fare ricerca e dare vita a progetti, prima ancora che prodotti, in cui mettersi in gioco continuamente, cercando di risolvere i problemi dei clienti e sviluppando diverse aree di business, competenze, mercati. L’area principale è quella del comparto elettrico ed elettronico, con attività di automazione industriale: dai misuratori per il risparmio energetico ai sistemi di controllo e collaudo per elettrodomestici, agli iniettori per automobili, ai dosatori per farmaci di nuova generazione. Le strategie-chiave comprendono rapporti stretti con le scuole e con i centri di ricerca e una crescita interna basata su innovative start up. Negli ultimi anni è seguita la creazione di Summa -società dedicata all’identificazione di nuovi scenari tecnologici, di Nexus -network per la formazione internazionale e di Leaf Community -rete per lo sviluppo di progetti a basso impatto, laboratorio aperto e residenza per collaboratori italiani e stranieri, basata sui principi della bioedilizia e della sostenibilità. Visitano ogni anno la Loccioni oltre ottomila persone da tutto il mondo (www.loccioni.com).

Seminare valori per andare lontano

Una vita biodinamica
a cura di Giuliana Zoppis

Seminare valori per andare lontano

Novità, eventi, prodotti e servizi per uno stile di vita innovativo e consapevole:
tutto ciò che può dare una svolta “ECO” alle azioni di ogni giorno con responsabilità, curiosità, fantasia, volontà di cambiare in meglio noi e il mondo in cui viviamo.

È lo spazio dedicato al biodinamico, condotto su La Raia.it da Giuliana Zoppis, architetto e giornalista specializzata nei temi ecodesign, bioedilizia e sostenibilità socio-ambientale.
Dopo numerose esperienze editoriali (Rizzoli / Corriere della Sera, Giorgio Mondadori / AD-Architectural Digest Italia e Mondadori) e televisive (Rai 2, Il Piacere di Abitare), collabora con i settimanali D-Dcasa e Il Venerdì de La Repubblica e il magazine Mark Up. È nella Commissione Sostenibilità di ADI (Associazione Disegno Industriale). Nell’autunno 2006 ha fondato con Clara Mantica il primo circuito per la promozione dell’abitare sostenibile Best Up.